• April 26, 2019

Chiesa di Sant’Ignazio

Chiesa di Sant’Ignazio

800 532 Segwayfunrome.com

Si dice ci siano più di 900 chiese a Roma. Quando si cammina per la città sembra come se ci fosse una chiesa ogni tre o quattro palazzi. I romani dicono che se hai una chiesa dietro, ne puoi vedere un’altra ancora! La maggior parte di queste è magnificamente decorata dentro e le facciate sono in grado di farti rimanere senza fiato. Certamente, visitarle tutte è un’impresa impossibile però ce ne sono alcune che non ti puoi perdere. Una di queste non è lontana dal Pantheon. Questa chiesa si chiama Sant’Ignazio di Loyola al Campo Marzio.

Storia

La chiesa di Sant’Ignazio di Loyola fu costruita nel 1626 sopra un’antica chiesa che era diventata troppo piccola per gli studenti dell’adiacente Collegio Romano.Ignazio di Loyola, fondatore della Compagnia di Gesù, fu canonizzato il 12 marzo del 1622. Si è deciso allora di dedicargli una chiesa monumentale. Il committente dell’opera fu il cardinale e arcivescovo Ludovico Ludovisi, nipote del papa Gregorio XV. L’edificio è stato attribuito a vari architetti operanti nel XVII secolo tra i quali possiamo trovare Domenichino, Girolamo Rainaldi e Alessandro Algardi.

Coppia di ragazzi esplorando la vita di Sant'Ignazio di Loyola sulla volta della chiesa omonima a Roma.

Esterno

La facciata è divisa in due registri: quello inferiore include tre grosse porte che permettono l’accesso alla chiesa, due lesene con capitelli in stile corinzio sono posti ai due lati dell’ingresso centrale. Il registro superiore si compone di un grande rosone allineato con la porta centrale. Questo permette l’entrata della luce volta ad illuminare la navata centrale.

 

Interno

La grandezza della chiesa ti sorprenderà appena entrato per la prima volta.  Sant’Ignazio di Loyola in Campo Marzio è lunga 81.5 metri e larga 43. La pianta è a croce latina. Dentro è possibile vedere un’abside e sei cappelle minori, tre sulla sinistra e tre sulla destra. La chiesa è celebre per gli affreschi di Andrea Pozzo. Una volta entrato, cerca un disco d’oro posto sul pavimento della navata centrale. Da qui potrai ammirare l’illusione ottica del falso registro superiore dipinto sulla volta della chiesa.

La cupola falsa

Hai notato qualcosa di strano sul soffitto? Non ti sbagli! Non c’è nessuna cupola nella chiesa ma è soltanto un dipinto sul soffitto piatto. Devi andare un po’ verso l’altare e trovare un altro disco sul pavimento. Questo segnala il punto ideale da dove vedere quest’opera maestra. Sembra come se ci fosse veramente una cupola. Ma, se ci si avvicina, potrai vedere che la prospettiva cambia e l’affresco si deforma. Una volta sotto di esso si potrà vedere la maestria con cui è stata realizzata quest’opera! La cupola probabilmente non è stata realizzata per questioni economiche.

Campo Marzio

Campo Marzio è un rione perfetto per le passeggiate romantiche. Chiaramente non c’è solamente la chiesa di Sant’Ignazio di Loyola. Si possono visitare molteplici altre chiese e palazzi storici in quest’area. Mentre cammini per le sue stradine potrai ascoltare musicisti di strada o comprare qualche souvenir per i tuoi cari. Inoltre puoi sederti in uno dei molti ristoranti qui presenti per gustarti una deliziosa pasta o una pizza. Chiedi alle nostre guide durante il tour per la migliore gelateria in zona! Sii certo, che ti suggeriranno degli ottimi posti da queste parti.